Ascensori per disabili, con il taglio delle scale l’installazione è possibile

La presenza di rampe di scale all’interno degli edifici a più piani costituisce un problema per le persone con disabilità, e per chi ha difficoltà a muoversi sulle proprie gambe ad esempio per via di anzianità, gravidanza o infortuni.

I condomini e gli stabili di costruzione non recente, o situati all’interno dei nuclei storici delle città, spesso non possono essere dotati di quell’ascensore per disabili che servirebbe a superare tali barriere architettoniche a causa degli spazi angusti che caratterizzano il vano scale. È però possibile, in diversi casi, fare posto all’ascensore effettuando il taglio delle scale ovvero la loro riduzione in larghezza secondo precise specifiche tecniche.

Scale di un condominio viste dall'altoAlcuni potrebbero obiettare che questa riduzione andrebbe a influire negativamente sulle possibilità di evacuazione dello stabile in caso di incendio o altre emergenze ma, in realtà, è stato dimostrato che scale più strette obbligano a un deflusso rapido e fluido delle persone mentre quando le scale sono più ampie spesso si verifica il caos tra corse e spintoni.

In più, mentre i casi di emergenza in cui gli abitanti dell’edificio ne devono fuoriuscire rapidamente sono fortunatamente molto rari, le esigenze di un disabile che ha bisogno di un ascensore sono oltremodo concrete e immediate.

Fino a quanto possono essere tagliate le scale? Non esiste una legge in vigore a livello nazionale, ma una serie di regolamenti comunali che di volta in volta stabiliscono fino a quanto le dimensioni delle rampe possono essere ridotte; la situazione più classica è quella in cui il taglio “lascia” 80 centimetri di scale (a una persona normalmente ne occorrono 60 per muoversi agevolmente).

Grazie all’installazione di un ascensore tutti gli abitanti dello stabile, e non solo le categorie svantaggiate, potranno beneficiare di una migliore mobilità fra i piani: contatta Rolla Ascensori allo 010.2514491 per richiedere maggiori informazioni sull’installazione di ascensori per disabili di cui da tanto tempo ormai si avvertiva l’esigenza.